METODOCHERUBINI

PER LA PREVENZIONE DELLA SPALLA

Secgli la lingua:
Seguici su:
Home >> Tecnica

Tecnica


In questa pagina vi illustreremo il funzionamento del Metodo Cherubini e attraverso quali protocolli si sviluppa in modo da valutare la sua estrema semplicità di utilizzo e al tempo stesso la complessità.


              

 

Il Metodo Cherubini di prevenzione della spalla dolorosa si basa ormai su una tecnica consolidata, che permette la completa risuluzione della problematica del nuotatore e evita, applicata con la giusta metodologia, l'insorgere della patologia stessa.


Essa si basa su un approccio pratico, prevede l'utilizzo dell'elastico METCHE direttamente in acqua durante le sedute di allenamento, evita perdite di tempo inutili ed è completato da alcuni esercizi a secco e dalle nuotate adattate da fare in acqua.

Il nostro staff, provvederà alla spiegazione teorica e all'illustrazione dell'esecuzione degli esercizi fuori e dentro l'acqua e del loro inserimento all'interno dell'allenamento.

 


L'Elastico MetChe: per consulenze contattarci.

 

Esercitazioni in Acqua con elastico METCHE:


Una volta preparato l'elastico sulle misure antropometriche del nuotatore e applicato alla vita del nuotatore all'altezza previssata dai nostri stadard di riferimento, può iniziare l'utilizzo in acqua dapprima in maniera blanda poi sempre più intensa secondo una modalità che viene spiegata al singolo atleta e verificata durante la prova in acqua.

L'elastico funziona subito dalla prima bracciata, ma l'effetto è del 100% solamente seguendo le particolari modalità messe a punto dal Prof. Cherubini e dall'Allenatore Magara.

Poichè l'approccio a questo tipo di problematica è sperimentale, c'è bisogno di vedere in acqua l'adattamento e le trasmormazioni tecniche degli atleti durante l'utilizzo dell'elastico, per poi poter decidere quale modalità di utilizzo sia la migliore da proporre.

 

VIDEO ESERCITAZIONI IN ACQUA (PAGINA ANCORA NON ATTIVA)

 


Esercitazioni fuori dall'Acqua con elastico o teraband secondo la teoria degli opposti del Prof. Cherubini:


Gli esercizi utilizzati nel protocollo a secco sono finalizzati al potenziamento dei muscoli antagonisti.

Questi muscoli sono scarsamente sollecitati/allenati durante il gesto atletico della nuotata e quindi a lungo andare sono la causa dello squilibrio della spalla.

Oltre all'utilizzo dell'elastico MetChe, la nostra metodologia prevede esercizi con elastico, teraband, o manubri sempre nel rispetto della teoria dei contrari.

 

FOTO ESERCITAZIONI FUORI DALL'ACQUA (PAGINA ANCORA NON ATTIVA)

 

Esercizi in Acqua e Nuotate Adattate:


Per ottenere un risultato completo è consigliato completare le esercitazioni precedenti con esercitazioni particolari quali:

 

nuotate all'indietro alternate.

nuotate all'indietro simultanee.

nuotate complete in subacquee.

 

Per coloro che seguono la didattica attiva di Raymond Catteau, queste attività sono un approccio normale soprattuto durante la costruzione dello spazio di azione.

 

VIDEO NUOTATE ADATTATE (PAGINA ANCORA NON ATTIVA)

 

 

Modalità di inserimento degli esercizi con elastico MetChe nelle sedute di allenamento:

 

L'elastico può essere utilizzato in qualsiasi fase della seduta di allenamento, in funzione degli obiettivi prefissati dai tecnici.

Solitamente viene utilizzato nelle fasi iniziali e finali, sia in funzione preparatoria sia in funzione defaticante.

E' consigliabile l'utilizzo subito prima della serie principale o più impoegnativa dell'allenamento e anche subito dopo in caso di fastidio o dolore.

 

 

Analisi delle Nuotate:

 

Se necessario, è possibile realizzare l'analisi video delle nuotate, per verificare evuntuali carenze tecniche che possono determinare o accentuare il dolore o il fastidio alla spalla.

 

 

Utilizzo per emergenza:

In caso di un dolore improvviso in prossimità di una gara è consigliabile l'utilizzo durante tutto il riscaldamento pre gara e in ogni fase del defaticamento tra una competizione e l'altra.

Abbiamo verificato che in molti casi di fastidio improvviso, l'elastico ha permesso una competizione senza dolore e non si sono verificati infortuni.

 

Ogni Atleta ha il suo Elastico.

 

L'Assemblaggio dell'elastico è personalizzato, viene eseguita dopo precise misurazioni antropometriche e tiene conto delle caratteristiche antropometriche e fisiologiche dell'atleta, nonché l'età biologica, le capacità tecniche e le indicazioni dell'allenatore.

 

La Teoria

 

Le Testimonianze

 

Le Notizie

 

La Fotogallery

 

I contatti




Copyright 2012 La Spalla del Nuotatore - La ricerca scientifica applicata allo sport.
Custom Design by Esimple